Perché

Perché la Puglia…Perché Alberobello…Perché noi…

Scritto da una delle nostre Ospiti in collaborazione con altri Turisti che hanno visitato la Puglia lo scorso anno.

Dopo il mio viaggio in Italia, terminato con un tour della Puglia, assolutamente sopraffatta da questa Regione e in particolare da Alberobello, ho ripreso tutti gli articoli che avevo letto e che avevano acceso la mia curiosità e sono rimasta profondamente sorpresa …quelle letture avevano appena sfiorato in modo superficiale la magia che realmente ho trovato in questi posti e che ho sperimentato ad Alberobello: una magia che ti porta alle più profonde radici di questa Terra. Ho viaggiato molto nella mia vita e il mio lavoro mi porta ogni giorno in luoghi diversi in tutto il mondo. Dopo il tour con Mimmo e dopo aver incontrato la sua famiglia nel cuore di Alberobello, sono arrivata ad una conclusione … in Puglia ci sono meravigliosi Resort a 5 stelle, aerei privati e fantastiche cene costose con porzioni “extra-light” ma tutto questo non riesce a darti…l’anima!

Visitare questo posto ti cambia profondamente. C’è una dolce serenità…nella semplicità dei cuori…in queste strade di pietra. I complicati dettagli della vita si sciolgono … le vostre preoccupazioni quotidiane diventano obsolete … e perdi te stesso di fronte alla meraviglia dell’amore di questa gente che nasce dalla terra e dinanzi alla storia che resta salda ancora oggi. Questo è ciò che rende Alberobello, in particolare, una tale meraviglia. Non sono solo le storiche case in pietra con il loro tetto conico, protette dall’UNESCO e che qui, nel cuore della loro capitale, non possono essere costruite né distrutte ma solo restaurate. Il fatto che questa storica tecnica costruttiva delle murature a secco sopravviva alle evoluzioni della tecnologia e che i discendenti delle storiche famiglie di costruttori vivano ancora all’interno delle loro mura, è qualcosa che deve essere profondamente rispettato.

E’ interessante inoltre notare che, entrambi di origine mediorientale, i Trulli e gli alberi di Ulivo abbiano fuso le loro vite insieme. Ad oggi in Puglia si conta un numero indefinito di Ulivi tra i 50 e i 60 milioni. La Puglia da sola produce il 40% dell’olio di oliva italiano. Ancora di più vanno evidenziati l’aspetto, le dimensioni e l’età di alcuni di questi ulivi secolari. I loro tronchi immensi, attorcigliati, annodati, battuti dal vento rendono ogni albero incredibilmente unico e raccontano di una storia antica, come un vecchio saggio lavoratore.

Come gli ulivi di Puglia, la terra, i trulli, la gente e il loro modo di vivere parlano della forza della natura. In questo senso Alberobello e i suoi trulli interamente costruiti in pietra calcarea sono un prototipo di questo territorio. I maestri trullari davano inizio alla costruzione scavando una cisterna che fosse una fonte indipendente di approvvigionamento dell’acqua. Le pietre risultanti dallo scavo costituivano il materiale necessario alla costruzione del trullo. Un valore aggiunto è dato dai licheni che crescono sui tetti conici di Alberobello, che non solo determinano il cambiamento del colore della pietra da bianco a grigio, ma sono anche indice della salubrità dell’aria, in quanto possono svilupparsi solo in assenza di inquinamento. In sostanza questa gente ha avuto cura della sua terra quanto la terra ha avuto cura della sua gente. Alberobello inoltre rende onore alla Puglia in quanto marchio di purezza e qualità della cucina italiana e mediterranea.
Con diversi Trulli meravigliosamente restaurati nel cuore del centro storico di Alberobello, la famiglia di Mimmo è davvero rappresentativa di questa città. Sono un “prodotto originale”, con una passione vera e profonda nel condividere la loro cultura e la loro storia con chiunque lo desideri.

Un’altra delle meraviglie del Pianeta,
con cuori puri come l’aria che qui si respira.
Auguro a ciascuno di sperimentare l’essenza più vera di questa Terra
e di queste Famiglie
Sinceramente,
Sophie-Marie da Colorado ’11